SALVEZZA PER GRAZIA

Una volta un servo di Dio predicava il Vangelo in una chiesa, quando un ubriaco entrò in quella sala provocando disordine. Vani furono i tentativi di calmarlo; nella sua esagitazione ferì il predicatore. Intervenne la polizia e, dopo un certo tempo, si ritrovò in tribunale. Fu condannato a pagare una multa o, in caso di inadempienza,a qualche settimana di prigione. Terminata la seduta, il servo di Dio, che assisteva al processo, si fece avanti e chiese di pagare la multa. Il giudice, pur esitando, non potè rifiutare. Allora, fece richiamare il condannato e gli disse: "Lei è libero, un altro ha pagato al suo posto”. L’uomo chiese al giudice chi avesse estinto il debito e questi

gli disse che il predicatore stesso aveva pagato. Commosso, l’uomo,

si volse verso il credente e gli strinse la mano con riconoscenza.

L’umanità, a causa del peccato, si trova in uno stato di ubriachezza,

che porta confusione e dolore. Questa storia, come il Vangelo, concilia la giustizia con l’amore. Il predicatore non ha impedito il corso della giustizia. L’uomo, riconosciuto colpevole, doveva pagare la multa, ma il

predicatore, per pura bontà, pagò al suo posto. Allo stesso

modo, Gesù Cristo, si è assunto, a Suo carico, il debito che avevamo

contratto verso Dio con il nostro peccato. Ha pagato al posto nostro

e, se l’accettiamo, diverremo Suoi figli e godremo l’eternità insieme a Lui.

“Dio invece mostra la grandezza del proprio amore per noi in

questo: che, mentre eravamo ancora peccatori,Cristo è morto per

noi." (Romani 5:8)

Anche io, circa 16 anni fa, ho realizzato tutto questo nel mio cuore.

Da allora la mia vita è cambiata, notevolmente, in meglio. La pace e

la gioia mi accompagnano ogni giorno, a prescindere dalle

circostanze. Nel cuore ho la certezza della salvezza perché l’ho

realizzata e, per questo, non la voglio perdere. Se cado Gesù è lì

che mi rialza. Ho realizzato che sono un peccatore salvato

per Grazia ed, ogni volta, il mio amore verso di Lui si rafforza, come l’impegno ad onorarlo.

Prego che queste parole giungano al tuo cuore, ti spingano a

leggere la Bibbia e ad aprire la porta del tuo

cuore al Salvatore. 

Dio ti benedica. 

Antonio Farese

"Poiché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il Suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in Lui non perisca, ma abbia vita eterna."

  • Facebook
  • Instagram